PRESTAZIONE PENSIONISTICA

L’Aderente acquisisce il diritto alla prestazione pensionistica complementare al momento della maturazione dei requisiti di accesso alle prestazioni stabiliti nel regime obbligatorio di appartenenza, purché abbia almeno cinque anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari. L’Aderente ha facoltà di richiedere la liquidazione della prestazione pensionistica sotto forma di capitale nel limite del 50 per cento della posizione individuale.
In caso di premorienza dell’Aderente prima della maturazione del diritto alla prestazione pensionistica, l’intera posizione maturata è riscattata dagli eredi ovvero dai diversi beneficiari designati dallo stesso, siano essi persone fisiche o giuridiche. In mancanza di tali soggetti, la posizione individuale viene devoluta a finalità sociali secondo le modalità stabilite dalla normativa vigente.

GESTIONE SEPARATA

I contributi versati, al netto degli oneri trattenuti al momento del versamento, sono investiti nella Gestione Separata “Bap Gestione Previdenza”.
Essa è una specifica forma di gestione degli investimenti, in cui vengono investiti i contributi versati dagli Aderenti, al netto dei costi direttamente a carico dell’Aderente, che verranno rivalutati sulla base delle prestazioni legate al fondo stesso. Il rendimento della gestione separata viene calcolato al termine di ciascun anno solare.

Illustrazione dei dati storici di rendimenti lordi* di Bap Gestione Previdenza

Prestazioni

I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri*.

MODALITA’ DI RIVALUTAZIONE DELLA PRESTAZIONE PENSIONISTICA

Viene garantito un tasso di rivalutazione dell’1% annuo composto per le adesioni fino al 30/11/2016 e dello 0% annuo composto per le adesioni successive a tale data, per il periodo che intercorre tra la data di ciascun versamento e la data di accesso alla prestazione pensionistica.
La medesima garanzia opera anche prima dell’accesso alla prestazione pensionistica nei seguenti casi: riscatto per decesso, invalidità permanente che comporti la riduzione della capacità lavorativa a meno di un terzo, riscatto per inoccupazione per un periodo superiore a 48 mesi, anticipazioni.

VANTAGGI FISCALI

Imposta sui rendimenti: ogni anno viene applicata un’imposta sui rendimenti pari al 20% (Legge di stabilità 2015 L. 23.12.2014 n° 190 , G.U. 29.12.2014)

Fiscalità delle prestazioni: la tassazione delle prestazioni può risultare attenuata grazie alla riduzione dell’aliquota del 15% di 0,3 punti percentuali in ragione di ogni anno successivo al quindicesimo di partecipazione alla forma pensionistica complementare, fino a raggiungere un limite massimo di riduzione pari a 6 punti percentuali. Pertanto, l’aliquota potrà ridursi fino al 9% una volta decorsi 35 anni di partecipazione alla forma pensionistica complementare.

Per approfondimenti si rinvia al “Documento sul regime fiscale”.

Messaggio promozionale riguardante forme pensionistiche complementari – prima dell’adesione leggere la nota informativa, lo Statuto/Regolamento ed il Progetto esemplificativo standardizzato disponibili presso le reti distributive e sul sito www.bancassurance.it.